Malattie degenerative, fotografata una proteina malformata

ricerche_morfog.jpg


Uno studio, pubblicato su Nature Smb, firmato dai ricercatori Stefano Gianni e Maurizio Brunori dell'Università La Sapienza di Roma e del CNR, e Michele Vendruscolo, dell'Università di Cambridge farebbe ben sperare per il futuro della ricerca contro le malattie degenerative.


Grazie tecniche innovative di biochimica-biofisica e biologia molecolare - riporta il Corriere - sono stati catturati per la prima volta i dettagli molecolari alla base delle alterazioni nella morfogenesi di una proteina.


In soldoni, a innescare le trasformazioni che avvengono nelle cellule dell'organismo sono delle proteine che, proprio per svolgere le proprie funzioni, assumono una struttura tridimensionale caratteristica.


Durante la morfogenesi possono verificarsi, però, dei piccoli errori di ripiegamento che possono dare origine a proteine malformate con struttura anomala che creano danni notevoli alla cellula.

Malattie degenerative come l'Alzheimer e il Parkinson deriverebbero proprio da una proteina malformata.


Il fatto che questa sia stata fotografata è, quindi, sicuramente un passo avanti nella ricerca.

  • shares
  • Mail