Allergie, è tempo di ambrosia: cause e rimedi

ambrosia_allergie.jpg

 L'''ambrosia' è una pianta infestante appartenente alla famiglia delle 'asteraceae': il nome deriva dalla parola greca ἀμβροσία (ambrosia) che indicava il cibo degli dei.

Esistono più di trenta varietà di ambrosia al mondo, ciascuno dei quali produce in media fino ad un miliardo di grani di polline.

Fin qui, niente di male, se non fosse che il suo polline è fortemente allergenico e lo sanno bene i 300 mila lombardi - informa il Corriere - che in questo periodo di fioritura stanno patendo le pene dell'inferno.

Claudio Ortolani, direttore dell'Istituto Allergologico Lombardo avverte:

"Gli allergici all'ambrosia sono in costante aumento. Il record è di Castellanza, in provincia di Varese, dove gli allergici sono il 15 per cento della popolazione. E l'allergia sta oltrepassando i confini regionali".

L'ambrosia, che predilige i bordi delle strade, miete vittime soprattutto fra gli automobilisti che si trovano a passare in tangenziale: colpa dei semi - spiega Claudio Ortolani - che si presentano come chicchi di riso ma con piccolissimi aculei che permettono di agganciarsi agli pneumatici delle auto.

Non è raro che l'allergia all'ambrosia si combini con la sensibilità ad altri allergeni presenti in piante come il mais e il grano ad esempio, andando così a peggiorare i sintomi del malessere: congiuntivite, raffreddore, affaticamento e persino asma.

Ma com'è possibile rimediare alle allergie?

Elide Pastorello, Primario di Allergologia all’ospedale Niguarda di Milano, spiega:

"Con i vaccini per via sublinguale o per iniezione sottocutanea, che però vanno somministrati tre mesi prima della stagione delle allergie. Poi ci sono i farmaci, antistaminici e cortisonici. Gli allergici all’artemisia dovrebbero cominciare a prendere le medicine prima del rientro a Milano o nelle altre zone a rischio. Ci sono addirittura persone che sono costrette ad andare in ferie a settembre, perché hanno forme gravi di allergia non controllabili con i farmaci".

Per chi predilige i rimedi naturali, invece, Attilio Speciani, Allergologo e Immunologo clinico, consiglia:

"Tra i rimedi che possono funzionare attivamente abbiamo rimedi omeopatici (Pollensì, Orthohistaminum, Sinalia, Corylia), minerali (Oximix 3+, Manganese-Rame-Zinco), fitoterapici (Olio di ribes nero, Olio di Perilla, Ribes nero 1D, Viburnum lantana 1D) e molti altri".

Consigliamo come soluzione alternativa anche l'agopuntura.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: