Influenza estiva: perchè colpisce e come curarla

thermometer1740.jpg

L'influenza d'estate sembra un ossimoro, ma chi l'ha provata o chi la sta provando proprio in questi giorni sa benissimo che è una possibilità, dati alla mano, nemmeno così rara o improbabile.

Migliaia di italiani, infatti, vengono colpiti dalla sindrome influenzale nei mesi estivi: lo stress accumulato durante l'anno, unito allo stress psicoemotivo dovuto all'alterazione delle abitudini, dello stile di vita e anche alle alte temperature favorirebbe un abbassamento delle difese immunitarie.

"La stanchezza si accumula dopo mesi di lavoro, causando un aumento dello stress, e i problemi organizzativi per le vacanze possono essere fonte d'ansia. Per i bambini la fine della scuola coincide con un brusco cambio di abitudini, mentre gli studenti universitari sono impegnati negli ultimi sforzi per le sessioni d'esame estive".

"L'ambiente esterno, poi, mette a dura prova i sistemi di autoregolazione dell'organismo: a mandare in tilt il nostro corpo non è solo il caldo, ma soprattutto gli sbalzi di temperatura, dovuti a variazioni climatiche o a cause indotte dall'uomo, come l'aria troppo fredda -e spesso viziata- che viene prodotta dai condizionatori", spiega Samorindo Peci, direttore del centro di ricerca Cerifos, specializzato in immunologia, endocrinologia e malattie rare.

Come curare, dunque, velocemente l'influenza estiva? Per una pronta guarigione, considerando che nella maggior parte dei casi il disagio dura veramente pochi giorni, niente antibiotici (a meno di consiglio medico diverso), una corretta alimentazione che prevede anche il reintegro di liquidi e di sali minerali e soprattutto una gestione dei ritmi più rilassata e regolare dovrebbero risolvere da soli il problema.

"Fondamentale, infine, è riposarsi, assecondando i tempi e le reazioni del nostro corpo", ha concluso Peci.

  • shares
  • Mail