Bere molta acqua: l'importanza di liquidi e minerali per le funzioni vitali

Bere%20acqua.jpg

Quante volte ci sarà capitato, specialmente negli ultimi giorni di caldo africano, di sentire tra i consigli degli esperti anche quello di bere molti liquidi. L'attenzione all'idratazione è importantissima, e questo tipo di avvertimento non andrebbe preso sotto gamba come spesso accade.

L'acqua, di cui è composto per la maggior parte il nostro organismo, presiede alle funzioni vitali più importanti, dall'attività cardiaca alla capacità di resistenza fisica, ecco perché mantenere il giusto bilancio idrico dovrebbe essere un dictat (e non solo durante la stagione estiva).

A regolare tale equilibrio sono il centro ipotalamico della sete e un ormone antidiuretico che gestisce il riassorbimento di acqua dal rene.
 Durante l'estate il rischio di disidratazione aumenta a causa delle alte temperature e della conseguente sudorazione che, oltre alla funzione di eliminare sostanze non utili al nostro organismo serve per ottenere una "termoregolazione" del corpo, cioè il mantenimento di una corretta temperatura.

Mezzo litro di sudore al giorno prodotto tramite la cosiddetta "perspiratio sensibilis", cioè quella sudorazione impercettibile a cui siamo sottoposti durante il giorno, è un fattore minimo che dovrebbe far riflettere. Con il caldo la quantità, ovviamente, tende ad aumentare in maniera esponenziale.

Con i liquidi, però, si perdono anche i preziosi minerali, come il sodio e il potassio. Sarebbe bene, sempre con l'approvazione del medico di fiducia e ammesso che non sia già di suo ricca di minerali, potenziare la dieta con gli utili integratori che si trovano in farmacia.

  • shares
  • Mail