Scoperto il gene "Dorian Gray": decide il nostro invecchiamento

Potrebbe essere denominata la 'Sindrome Dorian Gray' (dal celebre romanzo di Oscar Wilde) e cioè: avere un'età ma non dimostrarla.

Il merito, però di questo non è, in questo caso, del chirurgo estetico. Anche perché i cosiddetti 'ritocchini' sono quasi sempre penosamente peggio dell'originale. Il merito è, anche in questo caso, del  nostro caro Dna.

E' stato scoperto infatti un pezzo di Dna che decide l'invecchiamento e che puo' pesare come un 'macigno' sul fisico, facendoci dimostrare anche 3-4 anni in piu' rispetto all'eta' cronologica.

Secondo quanto riferito sulla rivista Nature Genetics, si tratta di una mutazione riguardante un gene importante per la lunghezza dei 'telomeri', le estremita' del Dna che sono un po' il termometro della longevita' individuale.

Continuate a leggere su Mysterium.

  • shares
  • Mail