Mutu e il Doping: Il Serpente di Galeno ci spiega il mondo dei farmaci proibiti

mutu-gol-sin.jpgLa vicenda di Mutu, così come quella di altri atleti che finiscono nella rete del doping, riporta alla ribalta il problema dell'uso dei farmaci negli sportivi, perchè diventa davvero complicato per alcune sostanze stabilire l'uso per necessità o l'abuso per truccare la prestazione.

Risulta dunque molto utile consultare la lista delle sostanze e dei metodi proibiti 2010 secondo le regole dell'Agenzia Mondiale AntiDoping (World AntiDoping Agency) e riportate dal Coni.

In particolare l'attenzione va indirizzata a due principi comunemente usati.

La prima riguarda l'uso inalatorio del salbutamolo e salmeterolo appartenenti alla classe degli agonisti beta2 (come ad es. Ventolin, Broncovaleas, Salmetedur, Serevent), antiasmatici con azione broncodilatatrice, che non richiedono più la presentazione di un'esenzione a fini terapeutici (TUE), ma solo una autocertificazione nella quale si dichiara di averne necessità.

Ovviamente il suo uso per non incorrere in problemi doping non deve superare la dose massima giornaliera consentita dal uso terapeutico (1600 microgrammi al dì).

L'altra sostanza che invece è stata reintegrata come agente dopante è la pseudoefedrina quando la sua concentrazione nelle urine è superiore a 150 microgr./ml.

E qui bisogna stare davvero attenti. Per conoscere i motivi continuate a leggere il post su Il Serpente di Galeno.

  • shares
  • Mail