Il clima e l'allarme saudita

GoldTapLarge.jpgRiporto qui un interessante post di Debora Billi, blogger di Petrolio:

Non accenna a diminuire l'allarme saudita per il dibattito sul clima. E dire che mi ero azzardata a considerarla un'esternazione momentanea che sarebbe presto rientrata per sopraggiunto limite di sfacciataggine. Dopo aver chiesto aiuti economici per i disgraziati Paesi produttori di petrolio, dopo essersi spacciati per quasi-Terzo Mondo, dopo aver chiesto "contromisure" a Copenhagen, ora manca poco che dichiarino guerra al cambiamento climatico.

"E' una delle più grandi minacce che il nostro Paese deve affrontare", ha dichiarato il capo della delegazione saudita all'ONU, "persino peggio della concorrenza". E ovviamente non si riferisce al clima che cambia, ma ai provvedimenti che dovrebbero esser presi e che colpiranno chi produce petrolio.

Continua a leggere su Petrolio.

  • shares
  • Mail