Il web e i rischi del navigare senza una bussola

bambinioggi-navigare%2B.jpg

Riportiamo qui un post molto interessante di Paolo Beneventi, blogger di Bambini Oggi:

A ottobre avevo partecipato a Bellaria al convegno Euromeduc e ora mi è arrivato un volume che riassume gli interventi più importanti. Così esordisce l'introduzione di Viviane Reding, a nome dell'Unione Europea: «Le tecnologie digitali hanno reso i media davvero ubiqui. I contenuti, che provengano dai grossi centri di produzione o che siano prodotti da semplici utenti, permeano e informano ogni aspetto della nostra vita. Ma per poter trarre vantaggio da tanta abbondanza, le persone devono essere in grado di capire cosa vogliono e cosa non vogliono, cosa si può usare e cosa no. Hanno bisogno di una mappa e di una bussola per (...) combattere tutti i rischi di navigare un oceano che appare allo stesso tempo attraente e proibito». Non dunque un futuro di tecnologie che ci «facilitano la vita», ma piuttosto tempi in cui per ognuno di noi si rende necessaria una preparazione culturale maggiore che in passato, nonché un'assunzione di responsabilità.

Continua a leggere su Bambini Oggi.

  • shares
  • Mail