Lotta al vizio a Milano: incentivi per i giovani che smettono di bere e fumare

giovani%20fumo.jpg

Fumate, bevete, e non prendete le giuste precauzione nella vostra vita sessuale? Smettetela con questi comportamenti! Il motivo ci sembra ovvio, non sono delle sane abitudini, ma in più, per i giovani milanesi, ci potrebbe essere un incentivo a partire da febbraio. Il Comune, infatti, vorrebbe istituire una tessera che darebbe diritto a sconti nei negozi, bonus per viaggi, cinema e libri ai giovani fino ai 25 anni che desistono dai vizi sopra elencati.

Quello che più preoccupa è il fumo, in particolare nelle donne: stando a una recente ricerca Doxa a Milano c´è il più alto numero di ragazze tabagiste, venti minorenni su 100 fumano, mentre la media italiana è di 12 su 100, e si inizia ad intossicarsi verso i 15 anni e mezzo, quando nel resto del Paese l'età sale a 16 anni.

Certo, ci sono delle ovvie difficoltà: come verificare se i ragazzi mantengono questi sani propositi? L´assessore alla Salute Giampaolo Landi di Chiavenna non ha ancora una soluzione: "Ci stiamo lavorando e stiamo cercando i fondi per metterlo in pratica. Pensiamo magari a un test per verificare che i ragazzi che aderiscono rispettino il programma per liberarsi dal vizio".

Inoltre si vuole arrivare ai giovani usando i loro mezzi di comunicazione, quindi largo alle nuove tecnologie: " Per farlo serve parlare il loro linguaggio per coinvolgerli userò i social network che sono gli strumenti giovanili del nostro tempo. Qualcosa di simile al portale White space che avevamo già fatto sulla prevenzione alle malattie sessuali".

Tutto ciò è molto bello, per quanto forse utopistico, ma una domanda sorge spontanea: in che modo verranno premiati coloro che non fumano, non bevono e stanno attenti alla propria intimità?

Continuate a leggere su Milano 2.0

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: