Influenza A: truffe, sprechi, responsabilità e la prima class action sanitaria

swine-flu-Chennai.jpg

L'allarme per la presunta pandemia provocata dall'influenza A è ormai passato, nonostante ci siano ancora fonti, poche in realtà, che preannunciano l'imminente catastrofe.

Ricordiamo tutti come l'isteria collettiva aveva portato ad un macabro e inutile body count, nonché ad un ancora più inutile corsa all'acquisto di vaccini da parte degli Stati europei: a quanto pare solo una minima parte delle 24 milioni di dosi, in Italia, è stata poi effettivamente richiesta dalla popolazione.

Si aggiunge poi, ed è ciò di cui ci parlano Arte e Salute e Il Serpente di Galeno, la questione del test per l'autodiagnosi dell'influenza, il famigerato Egotest Flu, la cui efficacia è stata largamente messa in discussione. Solo qualche giorno fa è partita la prima class action sanitaria italiana contro la ditta produttrice del test. Inoltre la parlamentare Radicale Maria Antonietta Farina Coscioni ha chiesto spiegazioni al ministro della salute Fazio riguardo all'acquisto dei vaccini e alla speculazione che è stata fatta sulla preoccupazione, anche indotta dai media, che si è scatenata nella popolazione.

Per approfondimenti leggere Arte e Salute e Il Serpente di Galeno

  • shares
  • Mail