Viaggio nelle città ecosostenibili del mondo: seconda parte

Solar-City-Linz.jpg

Proseguiamo il nostro viaggio nelle città verdi d'Europa , che avevamo cominciato qualche giorno fa. Vediamo assieme quali altre iniziative ci ha segnalato la nostra Paola Guarnieri di Ueb.

In Austria, più precisamente a Linz, è stato realizzato il quartiere di Solar City , il quale è notevole per la particolarità che tutti gli apparati dediti alla produzione di energia pulita sono stati disegnati per integrarsi perfettamente con l'estetica della zona. Vi abitano circa 3000 persone, il mezzo di trasporto più usato è la bicicletta, e l'energia è fornita da pannelli solari da cui prende il nome.

In Italia, in provincia di Ancona, è stata realizzata dal gruppo Loccioni il primo condominio a zero emissioni di anidride carbonica, detto Leaf House. I sei appartamenti di cui è composto sono autosufficienti dal punto di vista energetico e non pagano neanche un euro di bolletta. I costi complessivi annui, poi, ammontano a circa il 15% di una casa normale.

A Malmo, in Svezia, il primo quartiere a emissioni zero, il Western Harbour, è ormai una realtà. Nato dalla riqualificazione della zona portuale, necessaria a causa della crisi dei cantieri navali, è alimentato con energie rinnovabili: in parte da pale eoliche collocate in mezzo al mare su cui affaccia, in parte dai pannelli solari sulle case, ma soprattutto dal teleriscaldamento, bruciando i rifiuti dei residenti dentro impianti sicuri.

Continuate a leggere su Ueb: Linz, Malmo e la Leaf House.

  • shares
  • Mail