Natale con Scienza e Salute, prima parte: vacanze salve, l'influenza è lontana!

babbo%20natale%20cattivo.jpg

Natale è alle porte, meno di due settimane ci separano dalle meritate vacanze, dai pranzi con i parenti, dalla sorpresa (simulata o verace) nel ricevere i regali. Tuttavia, e non lo auguriamo a nessuno, le cose possono andare male e il benché minimo incidente può guastare quello che dovrebbe essere il periodo più bello dell'anno. Ma non preoccupatevi! I nostri valenti blogger giungono in nostro soccorso e ci donano i loro preziosi consigli, così come delle tranquillizzanti rassicurazioni.

Iniziamo dunque dallo spauracchio più temibile di qualsiasi festa, ma in particolare modo del Natale, data la stagione fredda e carica di germi in cui si svolge. Ovviamente stiamo parlando delle malattie che possono guastare le feste, e specialmente dell'influenza.

Quest'anno sembrerebbe quasi che, in un modo o nell'altro, per colpa della suina o della stagionale saremmo dovuti rimanere a letto, eppure il nostro destino non è affatto segnato: la nostra Massimilla Manetti Ricci di Il Serpente di Galeno, infatti, ci informa che recenti studi hanno dimostrato che normalmente, quando sono compresenti due influenze di tipo A e B, quella stagionale ha una diffusione molto più bassa dell'usuale.

Negli Usa, dove il picco del contagio è ormai arrivato, il 99% dei tamponi prelevati ai malati ha dato come risultato la presenza dell'influenza A. Si tratta di una notizia molto interessante, sopratutto se si pone in relazione con il recente annuncio che la tanta temuta pandemia è stata in realtà una delle più leggere della storia, sia in termini di diffusione che di pericolosità.

Sembra proprio che le nostre vacanze siano salve, ma non abbassate la guardia e aspettate la seconda parte della nostra guida su Natale con Scienza e Salute!

Per avere maggiori informazioni sull'influenza A leggete Il Serpente di Galeno

  • shares
  • Mail