Conferenza di Copenhagen sul clima: accordo lontano ma i ghiacci si sciolgono velocemente

climatechange1023.jpg

La Conferenza di Copenhagen sul clima, come in molti pensavano, pare essere destinata ad essere un buco nell'acqua. Le speranze degli ecologisti, e di chiunque sia preoccupato per il futuro della Terra, sembrano infrangersi davanti alle difficoltà di un accordo tra i rappresentanti della Nazioni partecipanti al summit.

Una prima stesura di un progetto di pianificazione della riduzione dell'inquinamento avrebbe fatto infuriare i Paesi in via di sviluppo, ai quali sarebbero stati concessi diritti di inquinamento pro-capite, entro il 2050, corrispondenti circa alla metà rispetto a quelli assegnati ai Paesi industrializzati.

Oltre a ciò, ce ne parla Marco Pagani di Eco alfabeta, sono stati resi noti i dati ufficiali sulla progressione dei cambiamenti climatici: a quanto pare i ghiacci si stanno sciogliendo ad una velocità che risponde alle previsioni dei peggiori catastrofisti.

Continuate a leggere su Ecoalfabeta, che sta seguendo la vicenda con frequenti aggiornamenti, ancora in corso: per ora in tre parti (la prima, la seconda e la terza)

  • shares
  • Mail