Cern di Ginevra: riprende l'attività dell'acceleratore di particelle LHC

48da01bd7b161_zoom.jpg

Sono ripresi i lavori dell'acceleratore di particelle LHC (Large Hadron Collider) del Centro Cern di Ginevra. Ricordiamo che l'esperimento cerca di verificare l'esistenza dei cosiddetti Bosoni di Higgs, detti “le particelle di Dio”, importantissimi per la fisica moderna perché sarebbero l'unica particella al mondo a non essere ancora stata rilevata ed osservata e perché giocano un ruolo fondamentale nel modello fisico standard che attualmente spiega il funzionamento del mondo fisico. Il nostro nuovo blog Astronomica Mentis spiega il tutto con dovizia di particolari scientifici.

Recentemente l'esperimento era stato interrotto perché una briciola di pane, probabilmente depositata da un uccello in volo, ha messo fuori uso dei macchinari esterni che hanno il compito di raffreddare l'intero apparato. Qualcuno aveva anche avanzato ipotesi fantascientifiche, affermando che si fosse trattato di una sorta di censura cosmica, per cui l'intero Universo si era concentrato nell'impedimento dell'esperimento per evitare che si scoprisse anche l'ultimo segreto del mondo fisico.

Per chi è interessato ad approfondire l'argomento Mysterium ci informa che è nato il primo sito tutto italiano dedicato al Large Hadron Collider, promosso e curato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn), dal quale è possibile seguire tutti gli aggiornamenti sull'esperimento scientifico.

Se volete approfondire la questione leggete Science Backstage, Astronomica Mentis e Mysterium 

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: