Frutta gratis a scuola per "combattere" le merendine

Studenti mangiano frutta nell'intervallodi Luigi Gallo

Frutta gratis per stimolare ed educare i giovani al consumo della frutta in alternativa alle solite merendine, aiutandoli a conoscere alimenti importanti per la salute spesso poco presenti nella loro dieta.

E' la simpatica e originale iniziativa attuata, nell'ambito di un più articolato progetto di educazione alimentare, all'ITCG Campedelli di Castelnuovo Garfagnana, una scuola che accoglie 355 alunni provenienti da tutta la Valle della Garfagnana e anche dai comuni appenninici della provincia di Modena.

Di fronte all'allegro e coloratissimo stand con la frutta di stagione - allestito dagli studenti al di fuori dell'orario scolastico - gli stessi ragazzi hanno illustrato l'iniziativa, promossa da Azienda USL 2 di Lucca (Educazione alla Salute e Igiene degli alimenti), Comunità Montana della Garfagnana e Conad di Castelnuovo. Grazie alla disponibilità del dirigente scolastico, degli insegnanti e degli alunni, l'ITCG Campedelli è quindi diventato una sorta di laboratorio per la corretta nutrizione.

Sono stati in particolare due studenti, Serena e Lorenzo, ad illustrare i vari passaggi effettuati e quelli ancora da compiere per promuovere il consumo di frutta a scuola.

Continua a leggere su Protonutrizione.

  • shares
  • Mail