Antiossidanti: per assimiliarli meglio evitare il latte

Mirtilli che escono da un recipientedi Luigi Gallo

Avevamo già parlato tempo addietro di studi che mostravano come l'effetto benefico di alimenti ricchi di antiossidanti fosse limitato se questi erano consumati insieme al latte.

I ricercatori avevano osservato che a causa dell'associazione la biodisponibilità dei composti fenolici e l'attività antiossidante in vivo venivano significativamente ridotte.

Una nuova ricerca è stata condotta da Mauro Serafini del Laboratorio di Ricerca sugli Antiossidanti dell'INRAN (Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti)  per verificare se i mirtilli, dotati di un'elevata potenzialità antiossidante, qualora siano consumati con il latte, presentino una modificata biodisponibilità degli acidi fenolici, rispetto ai mirtilli da soli.

Continua a leggere su Protonutrizione.

  • shares
  • Mail