Arte e Salute ci parla di AudiOdyssey: il videogame musicale che abbatte le barriere

AudyOdissey.JPG

Si usa la consolle del Wii Nintendo e fin qui nulla di strano, visto che è un video-game di ultima generazione! Ma AudiOdyssey non è solo questo.
Si tratta infatti di un videogioco che consente ai non vedenti di sfidare i loro amici perfettamente in grado di vedere, senza sentirsi limitati dalla propria disabilità. Il primo video-gioco che abbatte le "barriere ludiche" tra chi ha un disabilità e chi no, consentendo a tutti di giocare non solo con gli stessi giochi, ma addirittura insieme.

Per ora il limite è stato superato solo per le disabilità visive. L'inventore di AudiOdyssey, il brillante Eitan Glinert, laureato in Scienze dell'Informatica al Mit, è partito, infatti, dalla semplice osservazione che il Nintendo Wii è forse l'unica consolle che consente di utilizzare tutti i sensi e non soltanto la vista, cosa invece indispensabile in tutti gli altri video-giochi che non siano stati studiati apposta per non vedenti.

"Dopo aver passato in rassegna circa duecento titoli, - spiega infatti Eitan - ho notato che esistevano giochi per non vedenti e giochi per chi invece vede, ma nessuno che coinvolgesse entrambi". Da qui l'idea per AudiOdyssey che si è concretizzata grazie alla collaborazione coi colleghi del Gambit, il MIT di Singapore, presso il cui sito ufficiale è possibile scaricare gratuitamente il gioco.

Continua a leggere su Arte e Salute.

  • shares
  • Mail