Uomini e donne "risolvono" i problemi con... il chirurgo plastico

bellezzasexysshot-1.jpg

di Emanuela Zerbinatti

Le nuove ambizioni degli uomini e delle donne che si affidano alle mani del chirurgo plastico per dare smalto al proprio look parlano chiaro: lei gonfierebbe qua e là riportando le fattezze del corpo femminile ai canoni di bellezza del Rococò e lui darebbe invece una "limatina" un po' ovunque rispolverando lo stile classico dell'uomo atletico ed eroico.

A dare i dettagli delle tendenze di oggi è stato Pietro Lorenzetti, direttore scientifico del Villa Borghese Institute di Roma, chirurgo plastico e docente all'università Cattolica di Porto Alegre, in Brasile, nel corso di un incontro, dal titolo La donna, la bellezza che si è tenuto l'altro ieri nella Capitale. Tendenze che per quanto riguarda il gentil sesso non sono troppo omogenee sul territorio italiano.

Labbra a canotto, seni XXL e zigomi tondi come mele renette che catturano soprattutto donne avanti con gli anni, attratte dagli eccessi e destinate a non arrendersi ai segni del tempo davanti allo specchio, spopolano più al Centro-Sud d'Italia con Roma capitale anche da questo punto di vista. Più sobrio il Nord, contenuto e misurato. Nel settentrione, infatti, a una sesta di seno si preferisce una terza abbondante, a un naso alla Janette Jackson un profilo alla Juliette Binoche. Unica eccezione l'Emilia Romagna dove i ripieni abbondanti non piacciono solo nei tortellini.

Continua a leggere su Arte e Salute

  • shares
  • Mail