La proposta di Milano: una tassa per combattere le dipendenze da fumo e gioco d'azzardo

milano.jpg

L'assessore alla Salute del Comune di Milano Giampaolo Landi di Chiavenna ha fatto una proposta provocatoria per contrastare la dipendenza da nicotina e da gioco d'azzardo: tassare sigarette e videogiochi. Come riporta il blog Milano 2.0 si tratta solo di un'idea. Per quanto riguarda la lotta contro il fumo Landi vorrebbe mettere una specie di tassa di un euro a pacchetto

"Valutiamo almeno la realizzabilità del progetto. Anche perché a New York il prezzo del pacchetto di sigarette portato a nove dollari ha ridotto del sette per cento il fumo tra i giovani"

I dati del consumo di sigarette sono decisamente allarmanti.

L'assessore in verità si dice molto preoccupato dei dati che riguardano il fumo a Milano. In una città che già intasa i polmoni con smog e pm10 il 24% della popolazione adulta della Lombardia accende almeno una sigaretta al giorno.

Anche se dall'entrata in vigore della legge Sirchia sono calati i fumatori sono ancora molti, specialmente le donne. Infatti le fumatrici milanesi sono quasi il 20% della popolazione (la media italiana è del 17%).

Continua a leggere su Milano 2.0

  • shares
  • Mail