Isola dei Famosi: Massimo Ciavarro e la sua ulcera perforata (video)

massimociavarro.jpg

Massimo Ciavarro operato d'urgenza per un'ulcera perforante ha rischiato la vita tra i famosi dell'Isola e ora promette battaglia legale contro Magnolia, la casa di produzione della trasmissione, per la mancanza di adeguate cure mediche disponibli sull'Isola. Come si difenderà la Simo questa volta? Massimo Ciavarro, tornato in Italia, ha confessato quello che la Ventura non ci aveva detto: trasportato in un ospedale honduregno, l’attore è stato salvato per un pelo e ora si trova per fortuna sano e salvo a Roma. Ci si interroga sulla sicurezza dei partecipanti dei reality estremi, tenendo conto anche dell’ischemia che ha colpito Giucas Casella.

Ma che cosa si aspettano i concorrenti, di andare in vacanza? Ma perché partecipano se non sono nel pieno delle loro condizioni di salute, non sono mica obbligati! Per fortuna la vicenda di Ciavarro ha avuto un lieto fine, probabilmente l'ulcera si è aggravata con le condizioni precarie dell'Isola. L’ulcera, infatti, può essere causata da molti fattori e lo stress è solo uno di questi. Una volta si pensava che lo stress fosse l’unico responsabile di questa malattia, ora si è scoperto che non è così. Può essere dovuta a fattori ereditari o per l’assunzione di alcuni farmaci come gli antidolorifici steroidi e non steroidi come l’aspirina, nurofen e altri farmaci antinfiammatori, che possono aumentare la vulnerabilità all’ulcera.

L’ulcera si forma quando le difese del rivestimento dello stomaco sono indebolite; lo stomaco diventa incapace di secernere una quantità sufficiente del muco necessario a proteggersi contro il forte acido essenziale per la digestione, provocando l’ulcera.

I sintomi dell’ulcera sono vari, e includono mal di stomaco (sordo, logorante o intenso), dolore nella parte inferiore della schiena, defecazione dolorosa, mal di testa, sensazione di soffocamento e prurito. L’assunzione di antiacidi e una corretta alimentazione possono ridurla: da evitare il caffè (normale o decaffeinato), il fumo (ostacolano la guarigione), il cioccolato, le bevande gassate, l’alcool (soprattutto la birra) e il tè forte, aumentano la quantità di acidi nello stomaco e dovrebbero essere evitati. Il tè verde deteinato è benefico.

Per soddisfare il fabbisogno proteico, è consigliato il consumo di formaggio piuttosto che di carne, perché provoca la secrezione di minori quantità di acido. Gli alimenti troppo caldi possono preparare il terreno per l’ulcera, mentre quelli troppo freddi sconvolgono lo stomaco.

Si consiglia il consumo di alimenti ricchi di carboidrati. La frutta e la verdura fresca sono alcaline e dovrebbero essere consumate in abbondanza. I fiocchi di latte, gli avocado, l’uva rossa, le patate, la zucca e le patate dolci sono altri alimenti indicati. Quando c'è perforazione il dolore è violento ed improvviso, a localizzazione epigastrica, seguito rapidamente da una diffusione proporzionale a quella della peritonite.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: