Unione Europea: vittoria ecologica sulle emissioni di CO2

CO222.jpg

Vittoria verde sui tagli alla Co2 . La Commissione Ambiente dell'Europarlamento ha approvato la parte più controversa del pacchetto di misure su clima ed energia, e ha confermato l'obiettivo di ridurre entro il 2020 le emissioni del 20% rispetto ai livelli del 1990.

Non solo. "Se, infatti, verrà raggiunto un accordo sulla lotta ai cambiamenti climatici a livello mondiale, l'obiettivo della riduzione salirà al 30%". precisa Mario Delfino di Parole Verdi.  Per fortuna la Commisione ambientale "ha resistito all'assalto delle lobby degli "ecofurbi",che chiedevano sconti alle emissioni di CO2" scrive Marco Pagani di Eco Alfabeta. Un' alleanza di lobby industriali (soprattutto dell'auto) tra cui l'Italia, dove il Ministro per le Politiche Comunitarie Andrea Ronchi spingeva per modificare quanto disposto dalla Comunità Europea in tema di energia ed ambiente, parlando di danni irreversibili per il sistema produttivo italiano. Ma c'è un'altra buona notizia.

 

L'Unione Europea ha deciso di imporre alle case automobilistiche di costruire auto che abbiano il limite di emissione di Co2 di 135 g/km entro il 2012 e 95 g/km entro il 2020.

Ma se vogliamo essere ancora più protagonisti di queste decisioni che riguardano tutti noi, Marco Pagani di Eco Alfabeta ci propone di sottoscrivere questa petizione agli europarlamentari italiani chiedendo loro "di prendere in mano le redini sui cambiamenti climatici" per mantenere l'aumento di temperatura entro i 2°C.

E per saperne di più, segnaliamo anche una serie di post di Eco Alfabeta che analizza nei dettagli i gas serra e gli effetti sull'atmosfera.

  • shares
  • Mail