Influenza e rimedi naturali: il vaccino serve davvero?

rimedi%20naturali.jpg

Ma questo vaccino s'ha da fare o non s'ha da fare? L'Oms consiglia di vaccinarsi, come abbiamo scritto qualche post fa, anche perché quest'anno l'influenza parlerà australiano e inchioderà a letto (secondo le statistiche) dai cinque ai sette milioni di italiani tra la fine del 2008 e i primi mesi del 2009.

Ma come agisce il vaccino? Viene iniettata una piccola quantità di virus responsabile della malattia in modo da stimolare una reazione immunitaria, cioè la risposta naturale di difesa del nostro organismo. Così quando arriverà l'influenza, l'organismo riconoscerà subito la sostanza nociva e la combaterà senza indebolirsi troppo.

Se si sceglie di vaccinarsi è necessario farlo entro metà dicembre, passa infatti un mese dall'iniezione al momento in cui il farmaco diventa efficace. Per farlo bisogna rivolgersi agli ambulatori delle Asl oppure al medico di medicina generale. Per chi non ha diritto alla gratuità (per scoprirlo vedi qui) può acquistare il vaccino in farmaci per circa 10 euro, conservarlo in frigorifero fino al momento dell'uso e recarsi dal proprio medico per l'iniezione. 

Per decidere se fare il vaccino basta un pò di buon senso: se ogni anno non siete risparmiati dall'influenza e vi ammalate facilmente forse è il caso di pensare seriamente di vaccinarsi.

Ma per prevenire l'influenza ci si può affidare anche a rimedi naturali e medicina dolce. In omeopatia si usa un preparato che segue la stessa logica dei vaccini tradizionali, si tratta di Influenzinum 30 Ch, da assumere nella misura di tre granuli da sciogliere sotto la lingua a stomaco vuoto, una volta alla settimana nel periodo da ottobre a febbraio.

Anche la propoli può essere d'aiuto, è consigliato 10-15 gocce diluite in un bicchiere d'acqua due volte alla settimana. Un altro antibatterico naturale è l'echinacea, si possono prendere 15 gocce di tintura madre una volta al giorno per cicli di tre settimane con due settimane di pausa.

E poi occhio all'alimentazione, al sonno e fate sport. Consumare cibi ricchi di vitamine che contribuiscono a rinforzare il sistema immunitario: arance, limoni, pompelmi ananas e spinaci sono particolarmente ricchi di vitamina C, dall'azione antisettica e antinfiammatoria. Anche cibi con zinco e magnesio, come pesce, crusca, cereali integrali, legumi, carne e latte. E' utile anche dormire: perdere ore di sonno produce meno cellule del sistema di difesa dell'organismo e, ovviamente, fare attività fisica.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: