Nobel 2008, si aspettano letteratura, pace, economia dopo la rabbia per la fisica

nobel%20chimica.jpg

Continuano ad essere puntati i riflettori sulla città di Stoccolma, dove, dopo quelli per la Medicina, sono stati assegnati i Nobel 2008 per la Fisica ai ricercatori giapponesi Makoto Kobayashi e Toshihide Maskawa oltre allo statunitense Yoichiro Nambu per le ricerche pioneristiche sui quark e sulle particelle fondamentali della materia. Sull'onda dell'esperimento al Cern di Ginevra, si è deciso di premiare gli studi che fanno luce sulla formazione dell'Universo, 

Amarezza e rabbia per l'inspiegabile esclusione del fisico Nicola Cabibbo, presidente della Ponteficie Accademia delle Scienze, che ha dato addirittura il nome alla teoria delle particelle da lui avviata nel 1963 che è stata premiata (si chiama infatti CKM Cabibbo-Kobayachi-Maskawa).

"Sono lieto che il premio Nobel sia stato attribuito a questo settore della fisica" ha affermato Roberto Petronzio, presidente dell'Istituto nazionale di fisica nucleare "Tuttavia, non posso nascondere che questa particolare attribuzione mi riempie di amarezza: Kobayashi e Mascawa hanno come unico merito la generalizzazione, per altro semplice, di un'idea centrale la cui paternita' e' da attribuire al fisico italiano Nicola Cabibbo che, in modo autonomo e pionieristico, ha compreso il meccanismo del fenomeno del mescolamento dei quark, poi facilmente generalizzato dai due fisici premiati".

Intanto si sono aperte le scommesse su chi vincerà il Nobel per la Letteratura. Blogosfere Cultura ci ricorda che l'anno scorso fu assegnato a Doris Lessing, per la sua scrittura in bilico tra Inghilterra e Africa. E quest'anno?

Per ora nessun rumors attendibile, la rosa dei "papabili" è ampia: candidati d'eccezione sono Philip Roth e lo scrittore giapponese Haruki Murakami, ma anche l'israeliano Amos Oz, l'americana Joyce Carol Oates e il "nostro" Claudio Magris. Bisognerà pazientare fino a domani per saperlo, ma se volete saperne di più continuate su Blogosfere Cultura.

Grande attesa anche per il Nobel per la Pace, che nel 2007 venne assegnato ad Al Gore per il suo impegno ambientale, tra mille critiche e polemiche, legate al fatto che nel periodo in cui era vicepresidente di Clinton era uno dei sostenitori della Guerra del Golfo, e che quella stessa onoreficenza era stata data in passato a personaggi del calibro di Martin Luther King, il Dalai Lama Tenzin Gyats e Nelson Mandela, che avevano fatto qualcosina in più di un documentario sul global warming (una scomoda verità). Per essere sempre aggiornati sull'evento, visitate il sito del Nobel Prize 2008!

  • shares
  • Mail