Obesità ma anche mal di testa tra i danni di una cattiva alimentazione

ha%2Cmburger.jpg

Grasso è bello? Forse in un film, ma nella realtà una cattiva alimentazione può portare all'obesità, ed è allarme in Italia. Dal carrello della spesa, infatti, spariscono frutta, verdura e olio d'oliva. Rimpiazzati da alimenti confezionati e più ricchi di grassi e zuccheri, ma anche più convenienti. Il progetto Obesity Day coinvolge i centri Adi (Servizi di dietetica e nutrizione clinica, Servizi territoriali, Centri obesità) nel campo specifico della prevenzione e della cura dell'obesità e del sovrappeso.

Il 10 ottobre ci si potrà rivolgere ai Centri che aderiscono all’iniziativa. E, oltre a ricevere un controllo gratuito, da parte di un medico o di un dietista dopo un dettagliato questionario e la determinazione dell'Indice di massa corporea, si avranno una serie di indicazioni per compiere il primo passo verso il recupero della forma perduta (per info clicca qui). Intanto Luigi Gallo di Protonutrizione ci segnala che anche il mal di testa è spesso causato da una cattiva alimentazione. "In Italia ne sono colpiti più di 6 milioni di persone e il disturbo causa la perdita di migliaia di ore di lavoro". Continua su Protonutrizione.

  • shares
  • Mail