Lhc di Ginevra: bloccato per due mesi causa un guasto

cernboccato.jpg

Sembra che la scoperta della particella di Dio, all'origine del Big Bang primordiale, che ha il compito di svelare per la prima volta la nascita dell'universo, dovrà ancora aspettare. Si è bloccato LHC , il superaccelleratore di particelle del Cern di Ginevra Lhc a causa di un incidente tecnico in fase di test.

"Una fuoriuscita di elio dal sistema di raffreddamento" spiega Umberto Dosselli, vicepresidente dell'Istituto nazionale di Fisica Nucleare (Infn) "ha causato un aumento della temperatura interna del super acceleratore. La macchina infatti deve rimanere a una temperatura di meno 270 gradi" .

Il guasto non è grave, ma la procedura di riparazione della più grande e complessa macchina mai realizzata sarà piuttosto lunga e complessa. Niente brindisi questa volta per gli scienziati del Cern, che con grande entusiasmo avevano salutato la partenza della macchina lo scorso 10 settembre, quando tutto aveva funzionato alla perfezione e il primo fascio di protoni era passato con successo lungo i 27 chilometri della circonferenza del LHC.

Due mesi di pausa ma l'esperimento andrà avanti comunque, nonostante il catastrofismo che lo ha accompagnato. Dopo venti anni di progetti, quasi 6 miliardi di euro investiti e il paziente lavoro di migliaia di fisici ci aspettiamo ancora che questo prezioso giocattolino possa spalancarci le porte su nuovi mondi e segreti. 

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: