Brunetta: "Pubblicherò on line i curricula dei chirurghi" ed è polemica

burnetta.jpg

La proposta è arrivata ieri mattina ai microfoni di Radio Radicale ma sta già facendo il giro della rete. Renato Brunetta il ministro della Pubblica Amministrazione, ha dichiarato: "Dall'anno prossimo vorrei che fossero pubblicati (on line) i curricula dei chirurghi" e aggiunge "se devo sottopormi a un intervento chirurgico devo infatti poter sapere se quel chirurgo che mi opererà è un macellaio oppure una persona efficiente di qualità".

Sembra che il provvedimento, che dovrebbe partire già dall'anno prossimo, renderà pubblici i CV e gli score dei medici. Ovviamente è esplosa la polemica tra medici e chirurghi anche se la Fnomceo (Federazione degli Ordini dei medici e odontoiatri) trova l'idea di creare una sorta di anagrafe dei chirurghi accessibile a tutti on line assolutamente condivisibile ma di difficile applicazione.

Anche Umberto Veronesi è favorevole alla proposta di Brunetta ma con alcune riserve. Ad esempio gli score, il metodo dei punteggi. Secondo l’ex ministro della Sanità Elio Guzzanti, grande tecnico e studioso di sistemi sanitari, a partire dal nostro, allo stato attuale "non ci sono le basi per attivare gli score. È già complicato valutare i centri, figuriamoci i singoli operatori. Ci vorrebbero tecniche di valutazione molto raffinate. Non è detto che un chirurgo col 5% di mortalità dei pazienti sia peggiore del collega con l’1%. Potrebbe significare che opera i casi più gravi."

Ma rilancia il vulcanico Brunetta, che sul web sta acquistando ormai più visibilità di Berlusconi, paragonabile solo a Napoleone (secondo Celestina Dominelli del blog Crisi) "Voglio mettere in rete i risultati di tutti i professionisti, non solo della sanità ma anche maestri, funzionari... Se posso sapere tutto su yogurt e merendine non capisco perché non dovrei poter valutare chi mi metterà le mani addosso".

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: