Ginevra: tutto pronto per il Big Bang, la diretta domani sul sito dell'Infn

cern.jpgE' partito il countdown per domani, 10 settembre, giorno in cui gli scienziati del Cern di Ginevra azioneranno il Lhc (Large Hadron Collider), l'accelleratore di particelle più grande al mondo, in grado di ricreare le condizioni precedenti al Big Bang. Per l'occasione il sito dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (Infn) ha organizzato una diretta dell'evento in streaming, a cui interverranno gli scienziati dell'Infn. L'appuntamento è per le 9 di domani mattina!

Cresce l'attesa per vedere in azione il più colossale manufatto mai costruito dall'uomo, scrive Luciano Vecchi del blog il Professor Echos, che "si comporterà come una specie di hula-hop di 27 chilometri di diametro, al cui interno dell'anello verranno fatti scontrare protoni ad una tale energia da generare, ad ogni collisione, dei veri e propri Big Bang in miniatura".

"Si tratta del più costoso e ambizioso progetto scientifico nella storia dell'umanità", scrive Marco Pagani del blog Eco Alfabeta "con lo scopo di cercare una conferma al cosiddetto modello standard della materia. Si cerca in particolare di rilevare l'esistenza dell'elusivo bosone di Higgs". Quella che chiamano "la particella di Dio". 

Ma la psicosi da fine del mondo si diffonde anche sul web, continua Eco Alfabeta perché "un piccolo gruppo di scienziati ha manifestato la sua contrarietà all'esperimento sostenendo che potrebbe creare rischi enormi per la terra e l'intera umanità". Anche il web si divide tra ottimisti e pessimisti e c'è chi fantastica sulle ultime richieste e desideri prima della fine, come Claudio Alberti del blog Roma 2011.

Insomma, dobbiamo preoccuparci? Gordon Francis Ferri del blog Mysterium ci aiuta a fare un po' di chiarezza riportando nel dettaglio i quattro esperimenti chiave di fisica delle particelle che verranno compiuti a Ginevra e sono: Atlas (A Toroidal LHC ApparatuS), Cms (Compact Muon Solenoid), LhcB ed Alice (A Large Ion Collider Experiment). Per i dettagli continua su Mysterium, Il Professor Echos e Eco Alfabeta.

Alla e  guida di Atlas ci sarà Fabiola Giannotti, una scienziata italiana, intervistata dal Corriere, che dichiara di aspettarsi grandi risultati da questo esperimento, ed è certa che non ci sarà nessun rischio per la terra e per l'umanità. Intanto il Cern ha diffuso su YouTube diversi video che spiegano (a ritmo di rap!) come procederanno gli scienziati (vedi sotto). E sotto trovate anche il video di quello che potrebbe accadere se un buco nero risucchiasse la terra!

  • shares
  • Mail
161 commenti Aggiorna
Ordina: