Nasce fi.GA. la bevanda energetica very hot, intanto la Coca Zero fa discutere

fi.Ga.jpg

Quest'estate fi.GA. per tutti! Magari fosse l'annuncio di un nostro politico eh? No, non sto delirando ma sto parlando di un nuovo energy drink dal nome vagamente ammiccante e malizioso e dal sapore sciropposo e stucchevole tipico della bevanda energetica ma con quel tanto di anidride carbonica necessaria a renderla piacevolmente frizzante (Gustoblog.it)

Sarà il nuovo drink dell'estate, preparatevi: lo ritroveremo su banconi di bar, chioschi da spiaggia e scaffali di supermercati del Bel Paese e preparatevi anche ad assistere a gustose scenette di amici che vanno dal barista e soffocando una risatina diranno "Salve, una fi.GA. per favore". fi.GA. è in realtà un acronimo che sta ad indicare i fiori di guaranà contenuti, insieme a succo di pesca, arancia, ananas e maracuja nella bevanda. Un nuovo prodotto che per attirare il consumatore e crearsi un posto nell'universo degli energy drink fa del marketing ambiguo il suo punto di forza.

D'altra parte il mercato degli energy drink è in crescita, ma attenzione, cosa beviamo quando buttiamo giù una di queste bevande colorate e dai gusti accattivanti? Dopo la presunta bufala della Red Bull, è interessante quello che si scopre da una semplice ricerca su Wikipedia riguardo alla Coca Cola Zero, il nuovo prodotto commercializzato dalla multinazionale delle bibite.

cokezero.jpg

Per mantenere la promessa di avere "zero zuccheri" la bevanda contiene un dolcificante chiamato ciclamato di sodio. Dalla tabella che rappresenta gli ingredienti presenti nella bibita per ogni Paese si nota che il ciclamato di sodio è presente nella composizione italiana, ma non in molti altri paesi come USA Canada, Francia o Inghilterra. Come mai?

Poco più avanti si legge che "l’utilizzo del dolcificante, chiamato ciclamato di sodio, presente nella bibita è stato proibito negli Stati Uniti circa 40 anni fa dalla Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che, tra le altre cose, è incaricato di vigilare sugli alimenti. Questa agenzia aveva deciso di vietare l’edulcorante dopo aver scoperto che causava cancro nei topi ai quali veniva somministrato".

Secondo quanto riportato, "il ciclamato di sodio permette di mantenere basso il prezzo di mercato e al contempo offrire un sapore dolce più naturale rispetto agli altri edulcoranti". La Coca Cola Zero, che secondo l’impresa ha riscosso un enorme successo, rispetto alla maggior parte delle innovazioni che la Coca Cola ha cercato di introdurre recentemente, è al momento il fiore all’occhiello della multinazionale, poiché non appena è stata messa in vendita ha ricevuto subito l’approvazione dei consumatori, dato che si tratta di un prodotto senza calorie dal sapore molto simile alla formula tradizionale.

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: