Se parli due lingue sei bi-culturale o bilingue? Ce lo spiega Psicocafé

cervello0708.jpg

Ma un bilingue quando pensa, in che lingua pensa? Tutti ce lo siamo chiesti almeno una volta nella vita (anche con un pò di invidia) ma è interessante notare, come ci informa Giulietta Capacchione del blog Psicocafé, che "si può essere bilingue senza appartenere a due culture distinte (ad esempio un italiano fluente in inglese) e si può essere bilingue perché si appartiene a due culture diverse (ad esempio un’emigrante italiano da decenni negli Stati Uniti)".

Continua dicendo che "Il bilingue bi-culturale non ha incorporato in sé soltanto un’altra lingua, ma ha fatto proprie tutte le istanze delle culture a cui appartiene, compresi alcuni aspetti della sua identità, e quando passa da una lingua all’altra, attiva una specie di interruttore che lo sintonizza sul “mode” culturale della lingua che sta usando. Questo fenomeno è noto come Cultural Frame Switching".

Continua a leggere la notizia su Psicocafé...

  • shares
  • Mail