Le nuove frontiere della mobilità: barche ecologiche e auto sostenibili

Czeers-MkI-21%282%29.jpg

L'auto ad acqua era un bufala, ma la ricerca di mezzi di trasporto sostenibili prosegue: Mario Delfino, di Parole Verdi, ci spiega che le tecnologie per produrre motori nuovi sono disponibili da tempo, ma la decisione del cambiamento spetta alla politica.

In questo post ci segnala il The automobile industry and sustainable development: concepts and doctrines, public policies and company strategies, l'evento che ha riunito a Moncalieri oltre 150 tra ricercatori e manager dell'industria automobilistica di tutto il mondo.

Nel corso dell'iniziativa, sono state illustrate una serie di alternative al motore a scoppio - si legge nel post - Si parte dal motore a idrogeno e si arriva alle macchine elettriche, passando per le auto dotate di sistemi di compressione evoluta o per i motori che si ispirano alle turbine aerospaziali a basso consumo”.

Eco Alfabeta si era divertito invece divertito a fare qualche calcolo sul rendimento di una ipotetica auto ad alluminio, mentre Luciano Vecchi, autore del blog Il Professor €chos, ci mostra il video del prototipo di una imbarcazione da diporto ad energia solare,il Czeers Mk1. Qui ci spiega le sue caratteristiche:

Il Czeers Mk1 – scrive – non è il primo esperimento di imbarcazione ad energia solare, ma è il primo nel suo genere, in quanto è un'imbarcazione da diporto, riservata ad attività ricreative. Per quanto riguarda il risparmio energetico e l'impatto ambientale, i vantaggi dell'Mk1 sono notevoli: il motore elettrico non consuma nemmeno una goccia di benzina o di olio e le emissioni inquinanti sono pari a zero in quanto non emette scarichi”. Continua a leggere qui.

Futuro Prossimo, invece, si mostra Volitan, la nave che funziona con l'energia solare o con quella eolica. Per saperne di più clicca qui.

  • shares
  • Mail