Clima, l'allarme degli esperti: il ghiaccio del Polo Nord si sta sciogliendo

polonord.jpg

Il Polo Nord, per la prima volta, potrebbe rimanere privo del sottilissimo strato di ghiaccio che lo circonda già nei prossimi mesi. E' l'ipotesi prospettata alla rivista National Geographic da alcuni esperti della nave rompighiaccio canadese Amundsen.

Il Polo Nord geografico, spiegano gli esperti, è circondato da un sottile strato di ghiaccio stagionale molto giovane, che durante l'estate tende a sciogliersi più facilmente. Tuttavia il suo scioglimento è considerato dai ricercatori come un campanello d'allarme sulla rapidità dei cambiamenti indotti dalle trasformazioni del clima. (Foto tratta da Flickr, rosolens)

La tendenza è netta: dal 1979 il Polo Nord perde quasi l'1% dei ghiacci estivi all'anno e il ritmo di fusione sta accelerando, e anche la Groenlandia perde 220 chilometri cubi di ghiaccio all'anno, due volte e mezzo di più rispetto a 10 anni fa.

Il fenomeno, secondo gli esperti, è da mettere in relazione con l'alterazione della composizione dell'atmosfera causata dai combustibili fossili: il metano, in poco più di due secoli è passato da una concentrazione di 715 parti per miliardo a 1774, mentre l'anidride carbonica è arrivata a 385 parti per milione rispetto ai 270-280 dell'era preindustriale.

Di questo passo la scomparsa totale dei ghiacci durante la stagione estiva è solo questione di tempo: secondo le ultime valutazioni degli scienziati l'Oceano Artico potrebbe essere completamente sgombro dai ghiacci tra il 2013 e il 2030.

  • shares
  • Mail