La lavatrice eco-friendly che lava senza utilizzare acqua (o quasi)

lavatrice-senza-acqua.pngLa tecnologia consumer copre un campo più vasto di quanto ci si possa immaginare in un primo momento: non solo cellulari e computer, videogiochi e dispositivi di intrattenimento ma anche elettrodomestici, sistemi di sicurezza, mezzi di trasporto e tutti quegli oggetti che rendono più semplice o più complicata la vita dei consumatori.

Ad esempio questa settimana sui blog di consumer technology ha fatto parlare di sé una lavatrice: il suo principio di funzionamento, scrive Hardware&Gadget, si basa sull'impiego di schegge di plastica riutilizzabili, in grado di pulire ogni tipo di superficie e materiale, secondo quanto affermato dal professor Stephen Burkinshaw, dell'Università di Leeds.

Una lavatrice che funziona senza bisogno di acqua, o quasi, titola FuturoProssimo. Ne parla anche Ecoalfabeta che precisa che il processo prevede l'uso di una sola tazza di acqua per ciclo di lavaggio per bagnare i capi

lavatrice-detersivo.png

Allo stesso tempo però la lavatrcie consuma plastica. La donada quindi è la seguente: quanta energia e quanta acqua servono per produrre questa plastica? Riflette su questo punto Ecoalfabeta mentre Il Professor Echos ha dedicato una serie di post al futuro dell'acqua: qui il primo e a questo link la seconda parte.

M al'acqua non è l'unica preoccupazione delle massaie, che dire del detersivo? FuturoProssimo ha una soluzione, eccola.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: