Scandalo alla clinica Santa Rita, la Rete continua a seguire la situazione

santa-rita%282%29.jpg

Si continua a parlare dello scandalo che ha travolto la clinica milanese Santa Rita: secondo l'accusa i medici della struttura avrebbero eseguito decine e decine di operazioni non necessarie per ottenere rimborsi, operazioni che in cinque casi si sono rivelate fatali.

Emmaladolce chiama questi medici “animali” e “criminali”, mentre Carlo Gambescia dice che quello che è accaduto è un fatto grave ma che “va imputato non tanto alla sanità privata in sé, ma a quel particolare regime che in Italia regola la cosiddetta sanità privata in convenzione pubblica. E che assicura corposi rimborsi ai privati per ogni paziente curato”.

Milano 2.0 si sta occupando da vicino l'evolversi della vicenda: in questo post potete trovare le interviste fatte fuori dalla clinica: la maggior parte dei pazienti comincia ad avere paura delle diagnosi che sono state fatte loro in questi anni.

Alcuni raccontano le loro esperienze, due ragazzi lanciano un appello: un loro parente è ricoverato e da una settimana non sanno nulla delle sue codizioni.

Qui sono riportate alcuni stralci delle intercettazioni che hanno contribuito a far emergere il caso, mentre in questo post potete trovare un profilo del titolare della clinica, il “notaio” Francesco Paolo Pipitone, condannato agli arresti domiciliari.

Per gli ultimi aggiornamenti visita Milano 2.0

  • shares
  • Mail