Nuove fonti di energia rinnovabile: i microbi del suolo e il miscanto

miscanto.jpg

Dopo averci spiegato le tecniche per catturare energia rinnovabile in alta quota o sul fondo degli oceani, Parole Verdi ci segnala un'altra fonte di energia pulita: i microbi del suolo, praticamente lo sporco.

Il progetto presentato dalla Lebônê si è aggiudicato i 200.000 dollari di sovvenzioni della World Bank nell'ambito di Lighting Africa, iniziativa promossa dal World Bank Group per fornire entro il 2030 prodotti di illuminazione affidabili a basso costo e sicuri e non basati su combustibili fossili a 250 milioni di abitanti dell'Africa sub sahariana. Continua a leggere il post di Parole Verdi.

Ma Il Professor €chos ci segnala che anche il miscanto, una pianta importata dall'Oriente 50 anni fa, può diventare una fonte di energia rinnovabile: oltre a “sequestrare” anidride carbonica quattro volte di più degli altri vegetali, questa graminacea può servire anche da combustibile per il riscaldamento, visto il suo alto potere calorifico. (Foto tratta da Flickr, MrC)

Il miscanto – scrive Il Professor €chos in questo post - cresce al vento, al sole, alla pioggia senza troppe cure, non ha bisogno di concimazione ne trattamenti antiparassitari, il che la rende vantaggiosa anche da un punto di vista economico e ambientale.

La fanno coltivare da pazienti affetti da malattie psichiatriche nelle aiuole tra gli svincoli, le rotonde, gli incroci e i sottopassi delle strade della Franciacorta. Una sperimentazione unica in Italia, che può rendere produttive aree inservibili per produrre carburante”.

E non è tutto: il prossimo passo sarà la produzione di elettricità. Per saperne di più continua a leggere qui.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: