Anticoncezionali, in Australia si studia la pillola spray

spray%282%29%282%29.jpgAbbiamo già visto come la contraccezione, in Italia, sia poco praticata. Ma i ricercatori australiani della University of Sidney, esperti di assorbimento di sostanze da parte della pelle, stanno mettendo a punto un nuovo anticoncezionale che potrebbe cambiare la situazione.

Sarebbe in arrivo, infatti, la pillola-spray: si usa come un normale profumo ma garantisce la copertura anticoncezionale della pillola “tradizionale”. Si tratta di un dispositivo simile a quello usato dai pazienti asmatici, ma contenente un derivato del testosterone, un ormone capace di bloccare l'ovulazione.

Bastano due spruzzi sull'avambraccio: una dose controllata di farmaco in pochi secondi attraversa gli strati superficiali della pelle, si deposita in quelli più profondi e da lì viene liberata nel sangue.

Uno dei vantaggi della pillola spray? Il livello di ormoni nel sangue necessario a impedire l'instaurarsi di una gravidanza si mantiene per 36 ore: saltare uno “spruzzo” non è quindi un problema. Inoltre consente una maggiore flessibilità rispetto alla pillola perché non deve essere applicata per forza alla stessa ora tutti i giorni.

Gli spray anticoncezionali sono ancora nella prima fase della ricerca – ricorda però R. Sitruk-Ware della Rockefeller University di New York – e se questa darà i suoi frutti contribuirà ad allargare l'offerta di metodi per una contraccezione che sta diventando sempre più personalizzata, su misura come un abito confezionato da un sarto”.

Ma la contraccezione del futuro punta soprattutto sulla cosiddetta “dual protection”, che associa un contraccettivo ad un metodo, come il preservativo, che protegga anche dalle malattie a trasmissione sessuale.

  • shares
  • Mail