Programmi elettorali e ambiente: l'analisi di Eco Alfabeta e Parole Verdi

Gioco%20lessicale%20elezioni5-thumb%282%29.jpg

Le elezioni sono ormai imminenti. Quali sono le intenzioni di chi si candida a governarci per i prossimi cinque anni in tema di risparmio energetico?

Eco Alfabeta propone un gioco lessicale: quante volte compaiono parole come ecologia, ambiente, sostenibilità nei programmi dei principali partiti? La situazione è riassunta in questo grafico, che mostra una schiacciante differenza tra destra e sinistra.

E mentre la semplice presenza di una parola in un programma – ricorda Eco Alfabeta – non determina la serietà di quanto annunciato, la sua assenza è sintomatica di una totale mancanza di interesse per la questione.

Nelle scorse settimane anche Parole Verdi aveva analizzato le intenzioni delle principali liste su fonti rinnovabili e risparmio energetico. 

Udc, Sinistra Arcobaleno e La Destra considerano seriamente Conto Energia, ESCO e pannelli solari, mentre il Popolo della Libertà dimostra la volontà di incentivare le fonti rinnovabili, ma tra queste inserisce anche i rifiuti. Il Partito Democratico, invece, non parla della creazione di un sistema di fonti rinnovabili combinate ma si impegna a promuovere l'efficenza energetica.

In questo post le conclusioni e le impressioni di Parole Verdi: “mi sembra – scrive – che si faccia riferimento alle fonti rinnovabili e al risparmio energetico quasi perché obbligati dall'estrema attualità degli argomenti in oggetto. Un candidato premier non può permettersi il lusso si non parlarne. Nessuno. Neppure i due maggiori. Se ne è scritto, quindi. Ma non ho letto molta convinzione al riguardo”.

  • shares
  • Mail