Demenza a corpi di Lewy: durata della malattia

Cos'è la Demenza a corpi di Lewy? Qual è la durata della malattia? Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Demenza a corpi di Lewy durata della malattia

Demenza a corpi di Lewy: qual è la durata della malattia? E che cos'è questa patologia? La demenza a corpi di Lewy è considerata la terza forma di demenza più diffusa, costituendo il 10-15% di tutte le forme conosciute. Le prime due sono il morbo di Alzheimer e la demenza vascolare. Si manifesta quando dentro alcuni neuroni dell'encefalo si formano dei corpi di Lewy, agglomerati proteici insolubili. Gli stessi che si trovano nel cervello di chi soffre di Parkinson.

La malattia neurodegenerativa dell'encefalo provoca un progressivo declino delle capacità cognitive. Colpisce entrambi i sessi e solitamente si manifesta dopo i 65 anni. Le cause della demenza a corpi di Lewy sono da riscontrarsi nella morte dei neuroni dell'encefalo o nel loro mancano funzionamento corretto. Ci sono anche dei fattori di rischio da non sottovalutare, come l'età e la predisposizione famigliare.

Sintomi


I sintomi all'inizio sono lievi, per aggravarsi con il corpo del tempo. Nelle fasi finali la persona non riesce più a fare quasi niente. Tra i sintomi più diffusi possiamo citare:


  • Perdita di memoria

  • Problemi a valutare le distanze

  • Problemi di attenzione

  • Difficoltà nel formulare un pensiero

  • Allucinazioni visive e uditive

  • Movimenti rallentati e rigidità

  • Disturbi del sonno

  • Depressione

  • Confusione

  • Problemi del linguaggio

  • Difficoltà a masticare e deglutire

Durata della malattia e aspettativa di vita

Quanto dura la malattia? Di solito insorge intorno ai 65 anni di età, peggiorando con il passare degli anni. Ogni paziente è un caso a se. Ma di solito l'aspettativa di vita, dal primo sintomo individuato, è intorno ai 7-8 nni.

Cure

Come per tutte le malattie neurodegenerative, anche per questa pagologie non esiste una cura definitiva. Il paziente può essere sottoposto a trattamenti per ridurre i sintomi e migliorare la qualità della vita.

Foto iStock

  • shares
  • +1
  • Mail