Enfisema, una proteina aiuta a rallentarne la progressione

Una proteina generata come risposta immunitaria del nostro corpo ai vermi intestinali potrebbe aiutare a rallentare la progressione dell'enfisema. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

Enfisema

Un nuovo studio condotto dai membri della Rutgers University rivela che una proteina generata come risposta immunitaria del nostro corpo ai vermi intestinali potrebbe aiutare a rallentare la progressione dell'enfisema. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Cell Reports, ed i suoi autori spiegano che precedenti studi hanno dimostrato che l'infiammazione associata all’attivazione delle cellule immunitarie può contribuire allo sviluppo dell’enfisema, una malattia polmonare cronica che causa la mancanza di respiro.

Attualmente non esiste una cura per questa condizione, ma esistono dei trattamenti efficaci per gestire la malattia.

Il nuovo studio suggerisce adesso che una proteina, la RELM-alfa, che viene prodotta dal corpo in risposta a un'infezione da vermi parassiti, può aiutare a sopprimere l'infiammazione dannosa legata all'enfisema e a controllarne la progressione.

Quando il parassita entra per la prima volta nei polmoni, induce la produzione della citochine infiammatorie IL-17, che può causare l'enfisema. Ma successivamente il parassita innesca anche questo specifico componente della risposta immunitaria che può ridurre l'IL-17 e quindi limitare la gravità della malattia.

Studi futuri esamineranno se la somministrazione diretta di questa molecola può ridurre la gravità dell'enfisema, e anche il modo in cui l'infiammazione dannosa guidata da IL-17 provoca il danno che contribuisce allo sviluppo di questo disturbo polmonare.

via | MedicalXpress

Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail