Parkinson: il ballo sardo che aiuta a combattere la malattia

Il Ballu tundu, ovvero una tipica danza sarda, può aiutare a combattere il morbo di Parkinson? Ecco cosa rivela un nuovo studio.

Parkinson

Il ballo sardo può aiutare a combattere i sintomi del morbo di Parkinson? È a questa domanda che risponde un nuovo studio dal titolo «Sardinian Folk Dance for Individuals with Parkinson's Disease: A Randomized Controlled Pilot Trial», condotto dai membri del Dipartimento di Scienze Mediche e Sanità Pubblica dell'Università di Cagliari, secondo cui il “Ballu tundu” (tipica danza tradizionale della Sardegna) potrebbe effettivamente migliorare la vita dei pazienti con il Parkinson.

Nello specifico, pare che tre mesi continuativi di questa danza possano migliorare l'equilibrio, la mobilità funzionale, la capacità di fitness e la qualità di vita dei pazienti con questa particolare malattia.

Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno condotto degli esami su un campione di 20 uomini e donne sardi che hanno ricevuto una diagnosi di Parkinson da circa 5 anni, e dopo due anni di follow up hanno scoperto che questa tradizionale danza può essere considerata a tutti gli effetti come un valido trattamento riabilitativo, in quanto migliora la salute generale dei pazienti, oltre che la lunghezza del passo e la forza degli arti inferiori.

Questa forma di danza permette inoltre di ridurre anche il rischio di depressione, quello di apatia e altri disturbi cognitivi. Lo studio è stato pubblicato sulle pagine del Journal of Alternative and Complementary Medicine.

via | Lanuovasardegna.it

  • shares
  • +1
  • Mail