Una luna artificiale sorgerà in Cina nel 2020: è il progetto dell'Istituto spaziale di Chengdu

Dall'Istituto spaziale di Chengdu arriva un'originale notizia: proposto un progetto di luna artificiale per illuminare la Cina nel 2020

Luna artificiale Cina

La Cina sta accarezzando un progetto ambizioso, futuristico quanto basta e, detto fra noi, anche un po' folle. L'Istituto spaziale di Chengdu si è posto come obiettivo il lancio di una luna artificiale nel 2020, al fine di illuminare le strade della cittadina cinese e zone limitrofe (il satellite sarà in grado di coprire un'estensione fra i 10 e gli 80 chilometri, con un raggio di illuminazione programmabile).

Secondo Cheng Chunfeng, presidente del Chengdu Aerospace Science and Technology Microelectronics System Research Institute Co., Ltd., la città sud-occidentale della Cina prevede di far sorgere il suo satellite per l'illuminazione, noto anche come "luna artificiale" entro due anni.

Il satellite di illuminazione è progettato per integrare la naturale luce della luna dopo il crepuscolo, offrendo però una luminosità otto volte superiore rispetto al nostro satellite reale. Obiettivo, sostituire i lampioni stradali con un elemento più naturale.

L'idea della luna artificiale è stata presa in prestito da un artista francese, che immaginava di appendere una collana fatta di specchi sopra la terra, che potesse riflettere il sole per le strade di Parigi durante tutto l'anno.

I test del satellite di illuminazione sono iniziati anni fa e ora la tecnologia è finalmente arrivata ad un buon punto. Alcune persone hanno tuttavia espresso la preoccupazione che le luci riflesse dallo spazio potrebbero avere effetti negativi sulla routine quotidiana di alcuni animali e sull'osservazione astronomica.

Kang Weimin, direttore dell'Istituto di ottica, School of Aerospace, Harbin Institute of Technology, ha però tranquillizzato tutti, spiegando che la luce del satellite mima il naturale bagliore crepuscolare, quindi non dovrebbe influire sulla routine degli animali.

Ma il condizionale, come sempre, è d'obbligo. Almeno fino a quando la luna artificiale non sarà in cielo e ne si potranno vedere gli effetti. Siano essi positivi o negativi, anche se ci auguriamo che i primi superino di gran lunga i secondi.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail