Vaccini: arrivano le denunce per le false autocertificazioni

In Italia scattano le prime multe per le autocertificazioni delle vaccinazioni obbligatorie non in regola.

vaccini

Scattano le prime denunce per le certificazioni e autocertificazioni non in regola per quanto riguarda le vaccinazioni dei bambini nelle scuole. Secondo quanto emerso, circa lo 0,1% di tali certificazioni non sarebbe in regola, e tutti i casi sono stati segnalati all'autorità giudiziaria. A renderlo noto è stato il Ministero alla Salute, che ha rivelato i risultati emersi dai controlli dei carabinieri svolti nelle scuole, per controllare che vengano rispettate le norme sull'obbligo vaccinale.

Tale obbligo gode della possibilità di presentare un’autocertificazione, per quanto riguarda i bambini che fanno il nido e la scuola materna, ma a quanto sembra, dei 55.700 documenti controllati (16.694 autocertificazioni e 39.057 certificazioni) 55 sarebbero risultati falsi, e ciò ha fatto scattare la segnalazioni all'autorità giudiziaria.

Gli istituti controllati sono stati 1.493, e la regione con più segnalazioni è stata la Campania (dove sono state evidenziate 15 autocertificazioni false), seguita dalla Basilicata (con 12 autocertificazioni non in regola). Tale monitoraggio nasce – come sottolina il Ministero dela Salute – con lo scopo di riscontrare la veridicità delle certificazioni e delle autocertificazioni

di regolare adempimento degli obblighi vaccinali dei minori presentate dai genitori presso le segreterie degli istituti scolastici con i dati in possesso delle competenti Asl.


via | Repubblica
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail