Italia sempre più pigra: ci si sposta sempre meno a piedi o in bici

In Italia siamo sempre più pigri. Ecco cosa emerge da un’analisi condotta nel nostro Paese.

Andare a scuola

In Italia adulti e bambini sono sempre più pigri. Questo è il dato emerso dai sondaggi condotti da Okkio alla salute e da Passi, pubblicati sul sito Epicentro dell'Istituto superiore di sanità (Iss), secondo cui la percentuale di bambini che va a scuola a piedi o in bicicletta è del 27%, mentre il 62% viene accompagnato in auto, e il 10% prende lo scuolabus. Per quanto riguarda gli adulti invece, pare che quelli che scelgono di spostarsi in bici sono l’11%, mentre quelli che vanno a piedi arrivano al 40%.

Troppe persone in Italia, così come in Irlanda, Portogallo e San Marino, usano la macchina per percorrere il tragitto casa-scuola. Con differenze emerse anche a livello territoriale. Ad esempio, al nord, nel 2016, i bambini che andavano a piedi o in bici era di più rispetto al centro o al sud, con percentuali rispettivamente del 30, 24 e del 25%.

A determinare la scelta del mezzo di trasporto sembrerebbero essere anche titolo di studio dei genitori e cittadinanza: solo il 23% dei figli di entrambi genitori italiani vanno a scuola a piedi o in bicicletta, mentre se i genitori sono di cittadinanza mista, la percentuale sale al 32%, per arrivare al 53% per i figli che hanno entrambi i genitori stranieri. Inoltre, i figli che hanno genitori diplomati o laureati, tendono maggiormente ad andare a scuola con auto o scuolabus, rispetto a quelli che hanno madre e padre con un titolo di studio più basso.

Ma che dire degli adulti? Purtroppo anche per quanto riguarda noi “grandi” le cose non vanno esattamente benissimo. Solo l'11% della popolazione che va dai 18 ai 69 anni usa la bicicletta per gli spostamenti abituali, mentre il 40% si muove abitualmente a piedi, con una media di 38 minuti al giorno.

via | Ansa
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail