Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer: come prevenire la malattia

Oggi, 21 Settembre 2018, ricorre la Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer. Ecco come prevenire la malattia con i consigli degli esperti.

Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer

Oggi, 21 Settembre 2018, si celebra la Giornata Mondiale della Malattia di Alzheimer, una malattia che cambia drasticamente la vita di chi ne soffre e dei suoi familiari. Sono infatti più di 44 milioni le persone che, nel mondo, soffrono di demenza (con la Malattia di Alzheimer che ne rappresenta la forma più comune). Oltre ai purtroppo ben noti sintomi dell’Alzheimer, questa devastante malattia comporta anche problemi psicologici e comportamentali come depressione, incontinenza emotiva, agitazione, vagabondaggio, tutte problematiche che rendono indispensabile l’aiuto da parte di parenti e figure professionali.

Sebbene al momento non sia ancora stata trovata una cura per l'Alzheimer, esperti e ricercatori si impegnano ogni giorno per progettare trattamenti in grado di tenerne sotto controllo i sintomi, ma non solo. La ricerca si concentra anche sull’importanza di una diagnosi precoce della malattia di Alzheimer,

Speriamo di poter individuare i malati di AD (Alzheimer's Disease, ndr) e di altre forme di demenza in maniera più precisa e, soprattutto precocemente, quando ancora

spiega Sandro Sorbi, Presidente Airalzh (Associazione Italiana Ricerca Alzheimer Onlus)

i sintomi siano minimi e tali che il rallentamento o l’arresto della progressione consentano per i malati di proseguire una vita personale e sociale di accettabile qualità.

Si punta inoltre sulla possibilità di identificare dei comportamenti in grado di aiutarci a prevenire la malattia. La Società Italiana di Neurologia e la SINDEM, Associazione aderente alla SIN per le demenze, sono in prima linea per la ricerca dei meccanismi che attivano la malattia di Alzheimer e delle nuove terapie, oltre che dei metodi efficaci per prevenire l’insorgenza di questa condizione.

Ma quali saranno, dunque, le strategie da mettere in atto per proteggere la salute e difenderci dal rischio di demenza e Alzheimer? Fra le più efficaci strategie per ridurre la probabilità di ammalarsi, gli esperti segnalano:


  • La prevenzione dei fattori di rischio vascolare (ipertensione, diabete, obesità, fumo, vita sedentaria).

  • Svolgere regolare attività fisica regolare.

  • Seguire un’alimentazione ricca di sostanze antiossidanti (come la dieta mediterranea).

  • Tenere sotto controllo le patologie vascolari.


Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail