L'uso probiotici può ridurre le prescrizioni di antibiotici

L'uso dei probiotici è collegato una ridotta necessità di trattamenti antibiotici nei lattanti e nei bambini. Ecco cosa rivela un nuovo studio.

probiotici

Assumere probiotici può ridurre la necessità di trattamenti antibiotici nei lattanti e nei bambini. Questo è quanto emerge da un nuovo studio pubblicato sull’European Journal of Public Health, che ha rilevato che neonati e bambini hanno il 53% in meno di probabilità di ricevere una prescrizione di antibiotici se hanno assunto probiotici come supplemento giornaliero.

Dato questo risultato, probabilmente un modo per ridurre l'uso di antibiotici è quello di utilizzare i probiotici su base regolare

ipotizzano gli autori dello studio, i quali spiegano che esistono già prove del fatto che consumare probiotici potrebbe ridurre l'incidenza, la durata e la gravità di alcuni tipi comuni di infezioni respiratorie e gastrointestinali.

La domanda è se tale riduzione sia direttamente collegata al declino dell'uso di antibiotici, e abbiamo visto che esiste un'associazione.

In che modo i probiotici aiutino

a combattere le infezioni, specialmente quelle nelle vie respiratorie e nel tratto digerente inferiore, non è ancora chiaro, quindi saranno necessarie ulteriori ricerche per meglio comprendere la natura di tale associazione.

I probiotici utilizzati negli studi erano ceppi di Lactobacillus e bifidobatteri.

via | ScienceDaily
Foto da iStock

  • shares
  • +1
  • Mail