Diabete, tra le cause forse anche il virus dell'influenza A/H1N1

Tra le cause del diabete di tipo 1 potrebbe esserci anche il virus dell'influenza A/H1N1: sta analizzando il rapporto un importante studio.

Diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2, differenze

Qual è la causa del diabete di tipo 1? Secondo uno studio pubblicato sul 'Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism' c’è una relazione tra il virus dell'influenza A/H1N1 e la malattia. La ricerca è stata guidata da Ilaria Capua, che dirige One Health Center of Excellence dell'University of Florida, insieme a colleghi dell'Istituto di ricerca sul diabete dell'Irccs San Raffaele di Milano diretto da Lorenzo Piemonti, e a studiosi dell'Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie (Legnaro, Padova). I ricercatori hanno analizzato in particolare il virus responsabile della pandemia del 2009, per capire se potesse essere coinvolto nell'eziologia del diabete di tipo 1.

“La ricerca segue uno studio precedente sempre sul rapporto fra influenza e diabete, fatto utilizzando l'ospite naturale del virus: gli uccelli. In quel caso avevamo visto che il virus dell'influenza è in grado di determinare diabete. Può infettare le isole pancreatiche, il che non è scontato. E la conseguenza è che non uccide le cellule, ma attiva un meccanismo che evoca una risposta infiammatoria. Questo è possibile anche nell'uomo? Ce lo siamo chiesto e questa volta abbiamo analizzato un ospite che di solito non sviluppa influenza: il topo".

Ha spiegato Lorenzo Piemonti. Il principio è che i ceppi virali di influenza H1N1 sono in grado di infettare e replicarsi nelle cellule pancreatiche dei mammiferi, sia in vitro che in vivo. Ha dunque proseuito:

Non abbiamo rilevato danni funzionali collegati al diabete. Attenzione, però: non averlo visto nel topo non esclude che l'influenza possa essere una concausa della malattia nell'uomo. Anche perché, se la relazione fra le due malattie fosse semplice, avremmo milioni di casi di diabete a fronte dei numeri delle epidemie di influenza stagionali. A questo punto andremo avanti con ulteriori ricerche".

Via | Ankronos

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 12 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail