Diabete di tipo 2: la dieta chetogenica può aumentare la resistenza all'insulina

La tanto osannata dieta chetogenica, suggerita per mantenere la glicemia costante e senza picchi, sarebbe colpevole di aumentare l'insulinoresistenza. Lo dice una nuova ricerca. Che tuttavia avvisa "i test sono stati fatti solo sui topi"

Dieta chetogenica diabete

Ad oggi la dieta chetogenica si è attirata lodi e polemiche da parte del mondo. C'è chi la reputa il regime alimentare migliore per perdere peso e chi la suggerisce anche ai pazienti diabetici per controllare la glicemia ed evitare i picchi. C'è poi chi ne vede i potenziali rischi per la salute, bocciandola su tutta la linea.

Di sicuro farà riflettere una nuova ricerca che metterebbe in relazione la dieta chetogenica con l'insulinoresistenza, la prima responsabile del diabete di tipo 2. Lo studio, pubblicato sul Journal of Physiology, ha rilevato nei topi nutriti con un regime ricco di grassi e basso contenuto di carboidrati, un controllo peggiore dei livelli di zucchero nel sangue e maggiore resistenza all'insulina.

La ricerca è stata condotta dal Politecnico di Zurigo in collaborazione con l'Ospedale pediatrico universitario di Zurigo e ha visto le reazioni di due gruppi di roditori ad altrettante tipologie di diete. La prima con cibi ricchi di carboidrati e grassi, associata ad obesità e diabete di tipo 2, la seconda con alimenti a basso contenuto di carboidrati, suggeriti per chi segue un regime chetogenico.

Nessuna sorpresa per il pessimo controllo glicemico del primo gruppo di topi, mentre sono stati inattesi gli esiti del secondo gruppo, dove i livelli di zucchero nel sangue erano ancora più sballati. La spiegazione che è stata data ai risultati è molto semplice.

Quando si tagliano i carboidrati dalla dieta, i livelli di zucchero nel sangue e di insulina calano drasticamente. Questo può aiutare le persone che sono già in sovrappeso e che hanno il diabete a perdere peso. Quando però i topolini sono stati sottoposti ad una curva glicemica, che misura la risposta del corpo allo zucchero, il loro sistema endocrino si è dimostrato meno efficace per gestirlo, innescando la resistenza all'insulina.

Queste le parole di Gerald Grandl, coautore dello studio, che va coi piedi di piombo sui risultati ottenuti:

L'insulino-resistenza del fegato è il fattore chiave del diabete di tipo 2, che si verifica già molto prima del diabete di tipo 2 vero e proprio. Se il rischio di resistenza all'insulina sia però effettivamente connesso ad un regime chetogenico, al momento però non possiamo dirlo

Gerald Grandl

La ricerca è infatti ancora ad una fase preliminare e ha bisogno di uno studio molto più lungo e soprattutto non condotto solo sulle cavie per dare risposte più certe. Al momento gli effetti a lungo termine della dieta chetogenica sulla salute umana sono ancora un grande punto di domanda.

Via | Prevention
Foto | iStock

  • shares
  • +1
  • Mail