Disforia postcoitale: come riconoscerla

Ecco cosa si intende per disforia postcoitale, come riconoscerla e come affrontare il problema.

Disforia postcoitale

La Disforia postcoitale è una condizione più frequente di quanto possiate pensare. Tale condizione comporta una profonda sensazione di tristezza o agitazione dopo aver avuto rapporti consensuali con il partner, e può interessare in maggior misura le donne rispetto agli uomini. In alcuni casi le persone avvertono il bisogno di piangere, o si deprimono dopo aver avuto un rapporto sessuale o dopo aver raggiunto l’orgasmo. In altri casi, diventano polemiche con il loro partner. Questi sentimenti si manifestano anche se l'incontro sessuale è stato soddisfacente e piacevole.

La disforia postcoitale può persino manifestarsi dopo la masturbazione (quindi non è necessariamente legata al rapporto sessuale, ma più che altro alla sfera intima). Gli esperti non sono sicuri del perché si presenti questo genere di problema, ma ritengono che potrebbero esservi alcune cause principali, come ad esempio il fatto che il legame che si crea con il partner durante il rapporto sessuale è così intenso, che romperlo innesca una sensazione di tristezza.

Psicologi e ricercatori credono inoltre che fare l’amore sollevi problemi nella relazione che vanno ben oltre la camera da letto, e che possono influenzare e scatenare queste sensazioni di tristezza. Se ad esempio abbiamo dei problemi all’interno della coppia, difficilmente questi potranno essere risolti in camera da letto. Il rapporto sessuale potrebbe quindi essere seguito da una sensazione di tristezza. Il modo in cui si vede la sessualità in base all'educazione, alle esperienze passate e presenti, alla religione e a una varietà di altri fattori, possono inoltre avere un impatto sulle nostre sensazioni.

Ma allora qual è la cura per questa condizione? Se il problema della disforia postcoitale dovesse durare da molto tempo, il consiglio che vi diamo è quello di parlare apertamente con il partner, cercando di comprendere se alla base del problema possano esservi delle incomprensioni di coppia. La scelta di un partner che sia in grado di comprendere le vostre esigenze fisiche, emotive, spirituali e sessuali può ridurre significativamente le possibilità che avvertiate sensazioni negative. Tuttavia, se non doveste riuscire a risolvere il vostro problema, o se questo dovesse essere legato a una bassa autostima, vi consigliamo di parlare con un terapista, che vi aiuterà a comprendere le cause del problema e a trovare gli strumenti adatti per riuscire a superarlo.

via | Psychcentral.com, Issm

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail