Malattie collegate fra loro: quali sono le 5 coppie di disturbi che forse non ti aspetti

Alcuni tipi di disturbi colpiscono insieme ad altri che non ci si aspetterebbe. Ma quali sono le malattie connesse fra loro? Qui le 5 coppie di malanni che si manifestano più frequentemente

Collegamenti fra malattie

Ci sono disturbi che sono notoriamente connessi con altri e sono normalmente quelli che originano da uno stesso problema. Chi ha, ad esempio, problemi cardiovascolari può sperimentare gonfiore alle gambe con stasi venosa, generata dalla difficoltà del cuore di pompare bene il sangue, così come chi soffre di ipotiroidismo può aspettarsi anche sovrappeso e difficoltà a dimagrire.

Questi legami sono piuttosto noti ed è lo stesso medico che fa la diagnosi degli uni a metterci in guardia sugli altri. Eppure ci sono malattie collegate fra loro che forse non ci si aspetta. Alcuni disturbi vanno infatti in coppia con altri con cui non sembrano esserci affinità. Eppure le combinazioni descritte di seguito si presentano con più frequenza di quanto non si creda.

Quali sono le malattie collegate fra loro inattese


  1. Malattia parodontale e disfunzione erettile - Da un po' di tempo si studia la correlazione fra i due disturbi che, neanche a dirlo, sembrano decisamente distanti fra loro. Eppure sia le infiammazioni parodontali croniche, sia la disfunzione erettile hanno una base simile. Entrambe le malattie sono infatti vascolari, il che significa che sono originate da problemi ai vasi che trasportano il sangue. Studi recenti hanno scoperto che coloro che soffrono di malattie gengivali sono tre volte più soggetti a soffrire di disfunzione erettile rispetto a chi ha le gengive in salute.

  2. Sindrome da ovaio policistico e diabete - Il legame fra PCOS e diabete, sia esso di tipo 1 o 2 è piuttosto controverso. Eppure le due malattie si condizionano a vicenda, in quanto l'insulina in eccesso o in difetto ha effetti sulla produzione del testosterone, che è alla base dei problemi di policistosi ovarica. Non è un caso che spesso i medici di pazienti con PCOS, suggeriscano a queste donne anche analisi per verificare la presenza di diabete non ancora diagnosticato.

  3. Disturbi della tiroide e celiachia - Si pensa che 1 persona ogni 100 soffra ci celiachia, una intolleranza al glutine che provoca infiammazione all'intestino tenue. Uno studio condotto nel 2008 ha scoperto che chi ha la malattia celiaca ha una probabilità tre volte maggiore di sviluppare anche problemi della tiroide, come l'ipertiroidismo.

  4. Problemi cardiaci e osteoporosi - Forse non tutti sanno che l'insufficienza cardiaca può rendere più debole lo scheletro, esponendolo all'osteoporosi, con conseguente rischio di fratture del rachide. Una serie di ricerche condotte nel 2011 hanno riscontrato che l'11% delle persone con insufficienza cardiaca aveva anche osteoporosi e fratture da compressione. Il problema si presenta maggiormente nelle donne rispetto agli uomini.

  5. Diabete e depressione - Il diabete può esporre maggiormente chi ne soffre a rischio di depressione. Questo è quello che emerge da alcuni studi. Anche se la connessione fra i due problemi non è ancora del tutto chiara, l'ipotesi è che i cambiamenti nella chimica del cervello, causati dal diabete, possano essere responsabili anche di problemi di salute mentale. Ma la causa-effetto qui è intercambiabile, perché allo stesso modo, chi soffre di depressione, sarebbe anche più esposto a manifestare una qualche forma di diabete.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail