Arrossamento della pelle, macchie e rash cutaneo: le 7 cause più comuni

La salute della pelle a volte può essere compromessa da infezioni o alterazioni che provocano rash cutaneo e arrossamento

Rash cutaneo pelle

La pelle è certamente il nostro organo più esteso, quello che ci fa da protezione e corazza nei confronti degli attacchi esterni. Proprio per questo motivo, quando la cute si altera, è bene capire l'origine del problema, al fine di ripristinare le normali condizioni epidermiche e ristabilire quindi la naturale barriera del corpo.

In particolare vediamo 7 cause di arrossamento della pelle, macchie e rash cutaneo, alcune anche di tipo genetico.


  1. Psoriasi - Si verifica quando il sistema immunitario identifica la pelle come nemico. La cute si "sfoglia", generando placche arrossate e squamose, soprattutto su gomiti e ginocchia, ma non è infrequente che si presentino anche su cuoio capelluto e pube. Esiste predisposizione genetica per la psoriasi ed è spesso associata a disturbi quali l'artrite psoriasica, la sindrome metabolica, i trigliceridi elevati.

  2. Cheratosi pilare - Provoca alterazioni cutanee ruvide su braccia, gambe e volto, causati dalla ritenzione di cheratina nelle aperture dei follicoli piliferi e peggiorati dal clima secco. Può essere trattata con esfolianti topici a base di acido glicolico.

  3. Angioma rubino - Non deve spaventare il termine, perché si tratta di una formazione benigna, causata da vasi sanguigni dilatati, senza alcun livello di pericolosità per la salute. Le bollicine rosso rubino non sono pruriginose né dolorose e compaiono spesso dopo una certa età. Normalmente non vengono trattate in alcun modo, salvo che non le si voglia cauterizzare per pura componente estetica.

  4. Follicolite - Le infiammazioni a carico dei follicoli piliferi, a seguito di infezioni batteriche e micotiche, danno adito alla follicolite. In genere si tratta a livello topico con detergenti antibatterici e pomate antibiotiche o antifungine.

  5. Capillari rotti - Fluttuazioni ormonali, eccesso di sole e rosacea, sono alla base delle chiazze rosse, da capillari rotti, sul viso. Per le prime due condizioni, la soluzione mira a eliminare le cause scatenanti, per la terza, sarà il dermatologo a suggerire i rimedi più adatti al singolo caso.

  6. Dermatite da contatto - Nel vasto gruppo delle dermatiti da contatto ci vanno le allergie ai materiali, come quella al nichel o al lattice, così come le reazioni a sostanze urticanti, come l'ortica o il "tocco" con le meduse. Evitare le sostanze allergizzanti è alla base della prevenzione, mentre per le cure specifiche, il dottore potrebbe prescrivere pomate a base di cortisone e antistaminici orali.

  7. Scottature e ustioni - Arrossamento, bolle piene di liquido e pelle che si desquama. Scottature e ustioni sono il nemico numero uno della salute della nostra pelle. La prevenzione in questi casi è importantissima, usando la giusta protezione solare se prevediamo esposizione ai raggi UVA e UVB, ma anche tenendo sempre in borsa prodotti rinfrescanti, antinfiammatori ed emollienti, come il gel di aloe vera, pomate alla calendula e burro di karitè o prodotti topici a base di benzocaina per anestetizzare la cute dal bruciore.

Foto | iStock

Vota l'articolo:
4.22 su 5.00 basato su 9 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO