Vaccino anti-Hpv: poco utilizzato per proteggere dal papillomavirus umano

Il Vaccino anti-Hpv è ancora poco utilizzato, nonostante le evidenze scientifiche della sua efficacia contro il papillomavirus umano.

Vaccino anti-Hpv

Nonostante le evidenze scientifiche riguardo l'efficacia per la prevenzione del papillomavirus umano, il Vaccino anti-Hpv è ancora scarsamente utilizzato. A sottolineare questa incongruenza è la Fondazione Gimbe: la ricerca ha già dimostrato che i vaccini contro il papillomavirus umano (Hpv) sono sicuri e sono anche efficaci per poter prevenire i tumori Hpv correlati. Eppure nel nostro paese le coperture vaccinali sono scese drasticamente.

Non dobbiamo dimenticare che l'Hpv è un virus a trasmissione sessuale che è la causa di più del 90% dei carcinomi della cervice uterina, ma anche del 90% dei carcinomi all'ano. Senza tralasciare il fatto che può anche essere la causa di tumori della vagina, del pene, della vulva, di tumori orofaringei. Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione, sottolinea:

La vaccinazione anti-Hpv oggi rappresenta un clamoroso esempio di sotto-utilizzo di una prestazione dal valore elevato: infatti, se negli ultimi anni, le prove di efficacia si sono progressivamente consolidate e il monitoraggio degli eventi avversi ha dimostrato che i vaccini anti-Hpv hanno un adeguato profilo di sicurezza, la copertura vaccinale in Italia si è progressivamente ridotta, determinando sia un aumento della morbilità per le patologie Hpv-correlate, sia dei costi dell’assistenza.

Nel nostro paese sono tre i vaccini disponibili:


  • Bivalente, protegge dai tipi 16 e 18

  • Quadrivalente, protegge dai tipi 16 e 18, ma anche dai tipi 6 e 11

  • 9-valente, protegge da tutti quelli del quadrivalente più i tipi 31, 33, 45, 52, e 58.


Il Piano nazionale di prevenzione vaccinale (Pnpv) 2017-2019 non prevede obbligatorietà per questo vaccino in grado di proteggere al papillomavirus umano, ma è fortemente consigliato per i ragazzi e le ragazze di 11 e 12 anni. L'obiettivo è raggiungere una copertura del 95% entro il 2019. Il vaccino è completamente gratuito.

Foto iStock

Via | Adnkronos

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE DONNA DI BLOGO